Esercizi Preparazione alla scrittura Maestra Filomena

Esercizi di preparazione alla lettura e scrittura

Preparazione alla lettura e alla scrittura:

TECNICHE ED ESEMPI DI ATTIVITA’- GIOCHI

 

EDUCAZIONE PSICOMOTORIA IN GENERALE

  • VERIFICA E MIGLIORAMENTO DELLE PRASSI USUALI:

Aprire e chiudere i rubinetti, sciogliere i lacci, allacciarsi le scarpe, infilare palline di carta, ecc.

 

  • IL GIOCO DELLE PARTI:

I bambini si scambiano degli indumenti, sbottonandosi e indossando gli abiti da soli, per poi guardarsi allo specchio.

 

SVILUPPARE LA LATERIZZAZIONE

  • IL GIOCO DELL’ORDINE:

I bambini prendono gli oggetti che si trovano sparsi sul pavimento, per poi riporli in contenitori appositi per ogni tipo di oggetto.

 

  • IL GIOCO DEL RUMORE E DEL SILENZIO:

I bambini camminano facendo rumore, poi senza far rumore, seguendo i comandi dell’insegnante.

 

  • IL GIOCO DEL SEMAFORO:

I bambini camminano lentamente, velocemente oppure si arrestano, seguendo i comandi dell’insegnante.

 

FAVORIRE LA GENERALE DISTENSIONE NEURO-MUSCORALE

  • IL PUPAZZO DI PEZZA

I bambini ondeggiano al suono della musica, tenendo le braccia molli lungo i fianchi e i piedi fermi.

 

  • IL GIOCO DEL GATTO CHE SI SVEGLIA:

Seguendo l’esempio dell’insegnante, i bambini stirano e allungano lentamente le braccia in avanti, con movimento progressivo dalle spalle alle dita, infine scuotono bene le braccia in basso, emettendo un lungo sospiro.

 

  • IL GIOCO DELL’ALBERO:

I bambini allungano le braccia verso l’alto, fingendo di essere dei rami che cercano il calore del sole e poi riportano lentamente le braccia in basso, lungo i fianchi.

 

SVILUPPARE LA MOTRICITA’

  • IL GIOCO DEL PITTORE:

I bambini, fingendo di essere dei pittori, tracciano ampi cerchi nell’aria, tenendo l’indice teso e muovendo tutto il braccio dominante attorno alla spalle (in avanti, in alto, di fianco, in basso ).

  • IL DIRETTORE D’ORCHESTRA:

I bambini tengono un pennarello in mano e lo muovono come se fosse una bacchetta per dirigere, imitando il ritmo (veloce o lento) della musica che ascoltano.

  • LA GIRANDOLA:

I bambini tengono in mano una striscia di carta velina o di stoffa colorata e tracciano nell’aria ampi cerchi fino a formare una specie di girandola.

  • LA PISTA SULLA SABBIA:

I bambini tracciano ampie forme circolari sulla sabbia, per preparare una pista su cui giocare con delle palline.

  • LA PISTA ALLA LAVAGNA:

I bambini tracciano delle piste alla lavagna, usando i gessetti colorati e poi seguono il percorso con le dita.

  • LA PISTA DISEGNATA:

Le piste possono anche essere disegnate con i pennarelli su grandi fogli sui quali, posti per terra, si piò giocare con le macchinine.

  • IL TERGICRISTALLI:

Tenendo i gomiti poggiati sul banco, i bambini muovono prima un avambraccio e poi l’altro a destra e a sinistra, bloccando il braccio con l’altra mano.

  • IL PUPAZZO CHE SALUTA:

Sempre tenendo il gomito appoggiato sul banco, si muove la mano dominante indietro e in avanti come per salutare qualcuno.

  • MANI SU, MANI GIU’:

Seguendo i comandi dell’insegnante, i bambini mettono contemporaneamente le due mani sopra o sotto il tavolo.

  • IL GIOCO DELLA PIOGGIA:

Seguendo i comandi e l’esempio dell’insegnante, i bambini imitano i movimenti della pioggia (dall’alto in basso, da destra verso sinistra e viceversa) e poi disegnano alla lavagna le tracce che ne derivano.

  • IL GIOCO DEI MIMI CON LE MANI:

I bambini devono mimare degli oggetti disegnati su un cartellone e indicati di volta in volta dall’insegnante.

Si possono poi mimare delle persone o degli animali e gli altri bambini devono indovinare.

Si possono mimare anche filastrocche o canzoncine.

  • IL MASSAGGIO DELLE MANI

I bambini si massaggiano le mani, le sfregano l’una contro l’altra, massaggiano ogni dito, ecc.

  • IL NASCONDINO DELLE DITA:

Dopo aver imparato, attraverso una filastrocca, il nome delle dita, i bambini aprono o nascondono il dito nominato dall’insegnante, seguendo il suo esempio.

  • LE DITA CHE PASSEGGIANO:

i bambini “camminano” sul banco con l’indice e il medio, chiudendo le altre dita.

  • IL PASSAMANO:

I bambini sono disposti in circolo e si passano di mano in mano una pallina di gomma, stringendola forte nella mano dominante prima di ripassarla, mentre tengono l’altra mano nascosta dietro la schiena.

 

SVILUPPARE LA PERCEZIONE SPAZIALE

  • LA STRADA:
  • Su una sabbiera, si fa tracciare col dito una strada con curve ed entrambi i bordi;
  • Si traccia quindi una linea che divida la strada in 2 corsie;
  • Si fa percorrere più volte una corsia con una macchinina;
  • Su un foglio più grande si disegna una strada a 2 corsie;
  • Si fa ritagliare la strada con le forbici.
  • IL GIOCO DELLA CORDA:
  • I bambini camminano su una corda che forma varie linee: diritte, curve o diagonali, associate al grafismo;
  • I bambini devono riconoscere il tracciato grafico che più assomiglia al percorso seguito sulla corda;
  • I bambini disegnano il percorso alla lavagna.

 

  • IL PROFILO:

I bambini, a occhi chiusi, seguono con le dita i contorni di alcune figure o forme intagliate, poi devono riconoscerne il tracciato e rappresentarlo col disegno alla lavagna.

 

  • IL GIOCO DELLO SPAZIO:

L’insegnante disegna su un foglio grande appeso alla lavagna 4 frecce, ognuna con un colore diverso, che si incontrano al centro e che indicano le direzioni: alto, basso, destra, sinistra.

Vicino ad ogni freccia si disegna quello che c’è posizionato:

ALTO: lampadari

BASSO: banchi

DESTRA: finestre

SINISTRA: armadi

L’insegnante poi stacca il foglio dalla lavagna e lo poggia sulla cattedra e fa osservare a ogni bambino dove si trova ora l’ALTO e il BASSO, il bambino così riconosce su un piano verticale il punto dove c’è scritto ALTO come qualcosa che è lontano dal proprio corpo.

 

 

SVILUPPO DELLAPERCEZIONE TEMPORALE

  • IL GIOCO DEL BATTERE LE MANI:

I bambini devono ripetere una serie ritmica, composta da 3 elementi, eseguita prima dall’insegnante col tamburello (3 battute- pausa, 3 battute- pausa ecc.).

 

  • LA SCRITTURA MUSICALE:

Dopo aver eseguito la precedente serie ritmica, i bambini la devono rappresentare con dei segni grafici (3 linee e 3 punti, 3 linee e 3 punti ecc.).

 

 

ATTIVITA’ PITTOGRAFICHE:

  • LE PISTE:

Stando in piedi, i bambini devono riempire liberamente lo spazio grafico di un foglio posto sul tavolo, con linee continue e curvilinee come per creare una pista per le macchinine, seguendo il tempo della musica. L’insegnante dovrà controllare la corretta prensione del pennello e la leggerezza del polso.

 

  • IL MARE:

L’insegnante, disegna alla lavagna dei tracciati che simboleggiano:

  1. Le onde
  2. I gabbiani
  3. I pesci
  4. Le chiocciole marine
  5. Il sole
  6. Le nuvole
  7. La barca
  8. Le conchiglie
  9. Gli scogli

In un secondo momento, ogni bambino realizza su un foglio un paesaggio marino, tracciando prima la linea dell’orizzonte ( eseguita da sinistra verso destra) e utilizzando poi i tracciati della lavagna collocandoli nella giusta posizione, indicata man mano dall’insegnante.

 

  • FIGURE DERIVANTI DAL TRATTO E FORME GEOMETRICHE:

Dopo avere proposto più volte il GIOCO DELLA PIOGGIA, si possono fare eseguire al bambino una serie di linee:

  1. Linea verticale
  2. Linea orizzontale
  3. Linea obliqua
  4. Combinazione di linee grafiche (tracciare la lama di una sega).
  5. Combinazione di linee orizzontali, verticali e oblique che stanno alla base di segni e di numerose lettere in stampatello maiuscolo.
  6. Disegnare il quadrato e il rettangolo, utilizzando anche delle forme preparate dall’insegnante.
  7. Disegnare il cerchio, con le stesse modalità illustrate prima, dopo aver osservato alcuni oggetti presenti nell’ambiente con la stessa forma.

L’insegnante dovrà curare il movimento circolare che deve essere eseguito correttamente in senso antiorario che servirà poi per formare molte lettere in corsivo.

 

Buon lavoro! Filomena.

 

Leggi l'articolo "Preparazione alla lettura e scrittura":

Preparazione alla scrittura Maestra Filomena

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web