L’ITALIANO NEI PRIMI 2 ANNI DELLA SCUOLA PRIMARIA (1a parte)

Nei primi 2 anni della Scuola Primaria è molto importante tener conto dell’unitarietà del percorso linguistico, anche se poi, nella strutturazione degli apprendimenti, bisogna ricondurre gli obiettivi specifici alle abilità fondamentali della lingua (ascoltare, parlare, leggere, scrivere, riflettere sulla lingua).

Continue reading "L’ITALIANO NEI PRIMI 2 ANNI DELLA SCUOLA PRIMARIA (1a parte)"

blog_scuola_maestra_insegnare

LA LETTURA NEL PRIMO CICLO

In una classe prima, l’azione didattica è meno differenziata e specifica, per cui è quasi impossibile trattare di lettura come capacità a sé, senza trattare anche di ascolto, conversazione e composizione.

SI dovrà sempre partire da una situazione di esperienza comune , essa verrà dapprima osservata e analizzata, i bambini poi illustreranno con il disegno le fasi salienti, l’insegnante verbalizzerà una frase sotto ogni disegno e infine leggerà invitando i bambini a ripetere.

FASI OPERATIVE

  • Riconoscimento globale delle frasi
  • Scomposizione delle frasi in parole
  • Riconoscimento delle parole nella frase
  • Spostamento di parole all’ interno della frase
  • Riconoscimento delle parole in altre frasi
  • Scomposizione della parola in pezzi
  • Riconoscimento del pezzo nella parola
  • Riconoscimento di lettere singole nei pezzi
  • Formazione di nuove parole con diverse lettere

Questo procedimento è importante per l’acquisizione del significante, poi si può passare all’analisi dello stesso per scoprirne il funzionamento e acquistarne la padronanza.

Dall’esperienza comune, con gradualità, si comincerà a guidare a strutturare la realtà, in senso oggettivo, in tutti i vari aspetti ( temporale, spaziale, naturalistico, sociologico ecc.) e in senso soggettivo ( sensazioni, impressioni, atmosfere, sentimenti ecc.)

Le varie esperienze, oggettive o soggettive, verranno dapprima disegnate, poi verbalizzate e lette con la lingua scritta.

Anche queste frasi scritte, saranno trattate secondo la metodologia descritta sopra.

L’alunno deve essere guidato a leggere e a comporre in senso denotativo (oggettivo) e in senso connotativo (soggettivo) prima ancora di saper leggere e scrivere.